ITANGLESE E DINTORNI

Cos'è l'itanglese?

In estrema sintesi, un uso della lingua italiana caratterizzato da un ricorso frequente ed arbitrario a termini e locuzioni inglesi.

UN ESEMPIO DA UFFICIO
" Sorry, oggi sono full booked. Guarda pure
mio calendar per rischedulare. "

Cosa non è?
NON È INGLESE. L'itanglese usa molte parole o locuzioni che un anglofono non capisce. Il beauty case e il baby parking fuori dall'Italia non esistono, ed entrare in un negozio di vestiti a Londra e chiedere un body può essere rischioso.


Cos'è questo sito?
Questo è un minisito del portale Italofonia.info. Il suo scopo è approfondire questo specifico tema, e fornire spunti di riflessione e - perché no - di azione.


Non mi viene la parola...

Nel testo che stai scrivendo c'è una parola inglese a cui vorresti trovare un'alternativa italiana, ma proprio non ti viene? Forse possiamo aiutarti.


FAQ Domande frequenti
Che male c'è ad usare qualche
parola inglese ogni tanto?

Nessuno, se è "qualche" e "ogni tanto". Il problema, come spesso accade, è il dosaggio.

Cosa mai potrà succedere?
Difficile prevedere il futuro ma qualche cosa si può ipotizzare.

Allora cosa proponete?
Semplicemente di parlare come si vuole, ma pensando a quali parole si stanno usando, e a quali ci permettono di farci capire meglio.

E se le parole non ci sono?
Se non ci sono, si può certo prenderle da un'altra lingua, ma magari adattandole. Oppure nulla vieta di inventarne di nuove, creando un neologismo.

Ma non è una cosa un po' da "puristi"?
Gli "itanglofili" sostengono che per esprimere tutto ciò che di nuovo venga inventato nel mondo si debbano usare parole inglesi: il lessico dell'italiano deve restare così com'è ora. Viene da chiedersi chi sia in realtà il purista.

Tutto questo non ricorda le politiche fasciste?
Il fascismo impose in Italia delle leggi che reprimevano e punivano l'uso delle parole straniere. Nessuno sta proponendo questo, ci mancherebbe. Si tratta solo di parlare (e scrivere) con consapevolezza.

Perché questo tema è importante?

Perché la lingua italiana è un bene comune di tutti noi che la usiamo. Torniamo a ragionare nella nostra lingua ed esprimiamoci di conseguenza. Sarà un vantaggio per tutti.