Attualità

Parigi torna sui suoi passi: ripristinate tutte le cattedre di italiano

Pubblicato il
SOSTIENICI CON UNA PICCOLA DONAZIONE
Condividi questo articolo:

La petizione lanciata dal presidente degli italianisti francesi, Jean-Luc Nardone, giunta a quasi 12.000 firme, ha raggiunto il suo scopo. Lo stesso Nardone ha pubblicato un aggiornamento, in cui annuncia:

Vi ringrazio tutti di cuore perché con il vostro sostegno siamo riusciti a ottenere dal Ministero, già da quest’anno, un aumento del 40% delle cattedre a concorso; a partire dal prossimo anno, poi, ritroveremo le cattedre a concorso che avevamo nel passato. Il Ministero ci ha inoltre assicurato che l’italiano sarà insegnato in tutti i dipartimenti francesi.
Grazie davvero.

Jean-Luc NARDONE,
Président de la SIES.



Nel cambio di direzione da parte del governo francese potrebbe aver giocato un ruolo anche l’incontro, il 2 maggio, tra il presidente della Francia, Emmanuel Macron, e quello italiano Sergio Mattarella. Lo stesso Nardone era stato invitato alle celebrazioni del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, occasione dell’incontro tra i due presidenti.

Una bella notizia, e la prospettiva che si possano in un prossimo futuro superare gli ostacoli che impedivano una disponibilità uniforme di corsi di lingua italiana in tutto il Paese.

SOSTIENICI CON UNA PICCOLA DONAZIONE
Condividi questo articolo: