Nel mondo

A Fiume un concorso scolastico celebra Dante, padre dell’unità culturale italiana

Pubblicato il
SOSTIENICI CON UNA PICCOLA DONAZIONE
Condividi questo articolo:

 

Dante Alighieri fu “uno dei primi a concepire l’unità culturale dell’Italia”, una caratteristica, quest’ultima, che può venire messa a confronto con la realtà della Comunità Nazionale Italiana. Infatti – ha dichiarato Marin Corva, presidente della Giunta Esecutiva dell’Unione Italiana di Istria Quarnero e Dalmazia, “Dante non parlava dell’unità politica, ma proprio dell’unità culturale, un punto che ci contraddistingue in quanto non facciamo parte dello Stato italiano, però culturalmente siamo ancora legati a quella che definiamo la nostra Nazione madre”.

Queste parole sono state pronunciate presso la Scuola Media Superiore Italiana (SMSI) di Fiume, in Croazia, in occasione della cerimonia di premiazione degli allievi vincitori del Concorso letterario “Dante, l’italiano”, realizzato nell’ambito del programma della XXI edizione della Settimana della lingua italiana nel mondo. Il progetto è stato organizzato dal Consolato Generale d’Italia a Fiume in collaborazione con la Camera di commercio italo-croata (CCIC), l’Istituto tecnico superiore (VPŠ) “PAR” e le SMSI di Fiume, Pola, Rovigno e Buie.

Quattro sono le vincitrici. Lavinia Jelena Terzić, alunna della SMSI di Rovigno sotto la guida della professoressa Larisa Degobbis, si è aggiudicata il premio del Concorso con un lavoro incentrato sull’influenza delle opere minori di Dante sulla lingua, la letteratura e la cultura dell’Italia, mentre Vanja Višnić, allieva della SMSI di Fiume, affiancata dalla professoressa Rina Brumini, si è concentrata sull’ispirazione letteraria del Sommo Poeta. Denise Jurman, alunna della SMSI “Dante Alighieri” di Pola sotto la guida della professoressa Loredana Slacki, ha invece presentato un tema incentrato sulla Divina Commedia a partire da un’attualizzazione del poema e della sua importanza al giorno d’oggi. Tra le vincitrici figura anche Valentina Perić Turčinović della SMSI “Leonardo da Vinci” di Buie, che ha partecipato alla premiazione in collegamento virtuale. Oltre ai riconoscimenti e gli attestati conferiti dal Console italiano Davide Bradanini, le vincitrici sono state premiate con quattro voucher del valore complessivo di 10mila kune.

Dante e la lingua italiana sono stati celebrati in tutta la Croazia, in particolare nei territori di insediamento storico della minoranza italofona. La città di Umago, in Istria, ha tenuto un convegno dedicato all’argomento, con cui vi lasciamo, grazie al video realizzato dalla redazione in lingua italiana dell’emittente croata TV Nova di Pola:

 


Fonte: LaVoce.hr

SOSTIENICI CON UNA PICCOLA DONAZIONE
Condividi questo articolo: