Libia, comincia l’anno scolastico: gli studenti delle secondarie potranno studiare l’italiano

SOSTIENICI CON UNA PICCOLA DONAZIONE
Condividi questo articolo:

A partire da questo anno scolastico 22/23, gli studenti delle scuole secondarie della Libia avranno anche la lingua italiana tra le materie facoltative tra cui scegliere.

Si tratta della concreta attuazione del Memorandum firmato nel 2020 e ribadito nel 2021 “e degli “sforzi congiunti dei Ministeri dell’Istruzione di Italia e Libia”. Lo afferma su Twitter l’Ambasciata d’Italia a Tripoli, commentando l’aggiornamento dei curriculum scolastici introdotti dal governo libico.

“Il primo gruppo di 60 docenti libici si è formato in Italia all’Università Ca’ Foscari di Venezia”, ricorda la rappresentanza diplomatica annunciando che “presto altri 30 insegnanti seguiranno il corso di formazione a Siena presso l’Università per Stranieri”.

Il progetto rientra nell’ambito del rafforzamento dei rapporti bilaterali e alla luce del Trattato di Amicizia del 2008. Al percorso formativo-professionale era stato peraltro affiancato un Comitato congiunto, composto da rappresentanti dei rispettivi ministeri degli Affari esteri, dell’Istruzione e dell’ambasciata a Tripoli. L’obiettivo del progetto è contribuire a consolidare le relazioni bilaterali con la Libia, in ambito educativo e culturale, tramite l’insegnamento dell’italiano nelle scuole libiche, rafforzando così l’amicizia e la comprensione reciproca tra i due popoli.


Copertina: Foto di jorono da Pixabay

SOSTIENICI CON UNA PICCOLA DONAZIONE
Condividi questo articolo: