Nel mondo

Asmara, la “piccola Roma” diventa Patrimonio dell’Umanità Unesco

La capitale dell’Eritrea, Asmara, ha conquistato una vittoria culturale di grandissimo prestigio per i suoi abitanti e per tutta l’Africa. La città sull’altopiano è stata dichiarata «Eredità mondiale» dall’Unesco, l’agenzia Onu per l’Educazione, la Scienza e la Cultura. La motivazione: «Un esempio eccezionale di urbanizzazione modernista».

Un premio dunque che va anche ai tanti architetti italiani che qui, tra la fine dell’800 e gli anni ’40 del ‘900, progettarono e sperimentarono. E ai tanti eritrei che materialmente eressero quella che era la nuova capitale della colonia Eritrea, trasferita in questi luoghi di “eterna primavera” dalla caldissima Massaua.