Nel mondo

Slovacchia, cresce la richiesta di lingua italiana

SOSTIENICI CON UNA PICCOLA DONAZIONE
Condividi questo articolo:

E’ stata proficua l’ultima riunione tra le istituzioni italiane e quelle slovacche per l’insegnamento della lingua italiana in Slovacchia. All’incontro, coordinato dall’Ambasciatrice Catherine Flumiani, hanno partecipato la direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava Alessandra Sanniti e gli insegnanti di italiano delle diverse istituzioni scolastiche e universitarie slovacche. Hanno preso parte ai lavori le scuole secondarie di secondo grado di Presov e Trebisov nelle quali l’italiano è insegnato come seconda lingua straniera e la sezione bilingue italiana in Slovacchia, istituita al  Liceo “L. Saru” di Bratislava. Hanno, inoltre, partecipato i rappresentanti dei dipartimenti universitari di Bratislava, Nitra, Banska Bystrica e Ruzomberok le cui sezioni di italianistica offrono corsi di studio di tutti i livelli di lingua, cultura e letteratura italiana, intesi a formare futuri insegnanti o interpreti e traduttori.

La riunione ha consentito uno scambio di vedute sulle prospettive dell’insegnamento dell’italiano nel Paese, anche alla luce della nuova normativa slovacca per l’accreditamento dei programmi d’insegnamento a livello universitario. L’ambasciatrice Flumiani ha illustrato le iniziative e i passi effettuati dall’ambasciata per assicurare la massima continuità possibile nell’offerta della lingua italiana negli atenei slovacchi. Sono state altresì presentate le iniziative per il prossimo anno accademico, tra cui il coinvolgimento dei docenti e studenti di lingua italiana nella campagna di comunicazione “100 Italie in Slovacchia”, la seconda edizione del concorso “Raccontare in italiano” e i progetti di diffusione della cultura italiana in partenariato con l’Istituto Italiano di Cultura. In Slovacchia studiano l’italiano circa 1.800 studenti di scuole secondarie superiori sparse su tutto il territorio nazionale e circa 600 studenti universitari iscritti ai corsi di studio in italianistica o frequentanti corsi di italiano come lingua straniera interfacoltà. Numerosi sono i corsi di lingua italiana erogati dai lettori dell’Istituto italiano di cultura e delle scuole di lingua locali pubbliche e private.

(Fonte: agenzia Ansa)

SOSTIENICI CON UNA PICCOLA DONAZIONE
Condividi questo articolo: