Itanglese

A Milano è iniziata la Fashion Week, settimana della moda e dell’itanglese

Comincia oggi, 19 settembre, l’edizione 2018 di quella che fino a qualche anno fa in italiano era semplicemente la Settimana della Moda di Milano, uno degli appuntamenti più prestigiosi in questo campo a livello mondiale.
 


 

Milano però, è risaputo, non è solo una delle capitali mondiali della moda e del lusso, ma anche la capitale italiana dell’itanglese. E di conseguenza, su molti quotidiani italiani, anche nelle edizioni locali milanesi, l’evento è diventato la “Fashion Week”:

La rivista Vogue, nel suo speciale dedicato all’evento e in generale sul proprio sito, mette in mostra una densità spaventosa di anglicismi non adattati in pochissime righe:

L’intero menù superiore è in inglese, il testo della pagina sempre e solo di Fashion Week e mai di Settimana della Moda, e condisce il tutto con “i party”, “le gallery”, gli “outfit”, “le celeb in front row”, il “backstage”, i “look”, per poi invitare il lettore a “follow now” o a vedere tutti “gli special links”.

Del resto l’intero settore della moda, che fino a una quindicina di anni fa usava molti termini italiani e parecchi francesismi, è ormai passato in modo quasi totale all’inglese, come risulta chiaro consultando la categoria Moda del dizionario delle Alternative Agli Anglicismi.

Un settore in cui l’Italia è regina nel mondo, che rinuncia ad utilizzare la lingua italiana. Perché, per qualche incomprensibile motivo, l’Italia tra le proprie eccellenze non include mai la lingua, che pure è parte integrante di quella cultura e quello stile di vita famosi nel mondo.